Glenn Frey, muore il chitarrista e fondatore degli Eagles

2



Il chitarrista e fondatore degli Eagles, Glenn Frey, è morto oggi (18 gennaio). Aveva 67 anni.

La band ha pubblicato sulla propria pagina Facebook le cause della morte “complicazioni da artrite reumatoide, colite ulcerosa acuta e polmonite”. Frey aveva rivelato i suo problemi di salute a novembre, quando la band è stata costretta a rinunciare alla partecipazione della cerimonia di Kennedy Center Honors, perché aveva bisogno di interventi di chirurgia maggiore. Un collaboratore di lunga data di Frey, Don Henley, ha rilasciato una dichiarazione a Billboard, accreditando il suo amico come “colui che ha iniziato tutto” riferendosi alla band e continua: “Condividere il mio tempo con Glenn Lewis Frey nel 1970 ha cambiato la mia vita per sempre, e alla fine ha avuto un impatto sulla vita di milioni di altre persone in tutto il pianeta “. Tra i maggiori successi della Band va sicuramente ricordata “Hotel California”  la canzone simbolo del successo degli Eagles e per la quale Frey scrisse anche il testo. A pochi giorni di distanza dalla scomparsa di Bowie ecco che anche un’altro mito della musica rock ci lascia, Glenn ha combattuto una lunga lotta contro la malattia ma oggi ha finalmente smesso di soffrire.

Ecco il comunicato rilasciato dalla band sulla loro pagina Facebook:

Schermata 2016-01-19 alle 19.07.31

[wpdevart_facebook_comment]

Pin It on Pinterest

Share This