E’ morto il regista Pasquale Squitieri

0



Grave lutto nel mondo del cinema italiano, si è spento a Roma, all’età di 77 anni, il regista Pasquale Squitieri.

Noto per aver diretto il prefetto di ferro e per essere stato compagno per molti anni dell’attrice Claudia Cardinale dalla quale ha avuto una figlia.

Squitieri è morto in una clinica privata per le complicazioni derivanti da un enfisema polmonare. L’anno scorso era rimasto coinvolto di un grave incidente stradale.

Biografia

Pasquale Squitieri è nato a Napoli il 27 novembre 1938. Consegue la laurea in Giurisprudenza e in seguito si trasferisce a Roma per debuttare nel mondo del teatro. Nella Capitale, infatti, è uno dei protagonisti della pièce teatrale di Giuseppe Patroni Griffi ‘In memoria di una signora amica’. Le prime esperienze cinematografiche le ha con Francesco Rosi al quale fa da aiuto regista. Nel 1970, grazie al sostegno economico di Vittorio De Sica, dirige il suo primo film Io e Dio. Nello stesso anno, con lo pseudonimo di William Redford, firma Django sfida Sartana per poi spostare la sua attenzione verso la malavita organizzata napoletana con Camorra, uscito nel 1971. Tre anni più tardi continua ad analizzare il mondo mafioso con I guappi, film che vede la partecipazione di Franco Nero Nero e Fabio Testi. E’ qui che conosce l’attrice Claudia Cardinale che diverrà sua compagna per ben 26 anni e dalla quale avrà una figlia. Nel 1977 sposta il suo interesse verso la Cosa Nostra e dirige Il prefetto di ferro, nel 1978 è il turno, invece, di Corleone. Entrambe le pellicole vedono protagonista l’attore Luciano Gemma. Nel 1984 torna alla ribalta con un film dedicato alla giovane amante di Benito Mussolini, fucilata insieme a lui nell’aprile del 1945. L’opera sarà accompagnata da diverse polemiche. Tra i suoi film, come regista e sceneggiatore, si ricordano  Io, Claudia (2008), Hotel Meina (2007), L’avvocato De Gregorio (2003).

 

[wpdevart_facebook_comment]

Pin It on Pinterest

Share This